Cruscotto aziendale per reparto produzione: quali requisiti di UX

24 Giugno 2021

Il cruscotto aziendale per il reparto produzione dovrebbe svolgere la stessa funzione di quello dell’auto, che consente, a colpo d’occhio, di avere una visione completa sulle condizioni del motore e delle diverse componenti meccaniche ed elettroniche.  

Così in fabbrica il cruscotto ha l’obiettivo sia di rappresentare lo stato della produzione, il funzionamento delle macchine e l’attività degli operatori sia di attirare l’attenzione su eventuali situazioni di allarme. Ad esempio, l’efficacia del cruscotto aziendale per il reparto produzione è tanto maggiore quanto più sono impostati e visualizzati in modo chiaro i KPI e gli obiettivi da raggiungere, evidenziandone il raggiungimento, il superamento o il ritardo.  

Il sistema di visualizzazione delle informazioni deve dunque essere caratterizzato da facilità di lettura ed immediatezza per una rappresentazione basata soprattutto sulla dimensione visiva. L’attenzione del Responsabile dell’impianto o della produzione, così come quella degli operatori, dovrebbe così essere indirizzata sulle informazioni più rilevanti, sulle performance o sulle criticità per poter intervenire al fine di migliorare, di rimediare e di prevenire, ove possibile, eventuali malfunzionamenti o ritardi di produzione

Cruscotto aziendale: al centro ci sono facilità e sicurezza  

Il cruscotto aziendale in un ambiente industria 4.0 dovrebbe includere sempre due funzioni: l’inserimento dati da parte degli operatori e la presentazione dell’andamento di produzione attraverso una visualizzazione schematica delle diverse macchine e dei relativi KPI. 

Serve un’interfaccia semplice e intuitiva, il più vicina possibile a quella dei dispositivi che le persone utilizzano quotidianamente, così da facilitare l’inserimento dei dati e la consuntivatone delle produzioni. La presentazione dell’andamento di produzione attraverso i KPI e la vista schematica delle macchine all’interno della fabbrica e del loro funzionamento dovrebbe essere visualizzabile su qualunque tipo di dispositivo mobile o, attraverso grandi formati, su appositi schermi, opportunamente collocati sul posto di produzione, per avere un immediato feedback di quanto sta accedendo in quel reparto, in quell’area o nell’intero stabilimento. 

Ma attenzione alla sicurezza: l’utilizzo multi-device, se da un lato aumenta il grado di accessibilità, dall’altro impone requisiti più stringenti. La sicurezza va garantita attraverso un software di fabbrica 4.0, basato su codice sicuro nativamente by design, comunicazioni crittografate, il controllo sugli accessi e sulle password, la sicurezza delle reti, eventualmente rafforzata con la segmentazione. All’azienda deve essere possibile definire il grado di apertura (o chiusura) del sistema sulla base delle proprie esigenze e per abilitare differenti viste delle informazioni attraverso un sistema di profilazione, tenendo conto dell’ambito di competenza degli utenti.  

Attenzione ai requisiti UX del cruscotto  

L’azienda ha il dovere di fornire ai Responsabili e agli operatori gli strumenti giusti per avere sempre la massima consapevolezza di quanto sta accadendo nell’area di loro competenza, consentendo loro di potersi focalizzare sul lavoro, senza distrazioni e senza la necessità di una lunga e onerosa formazione specialistica. 

L’interfaccia ideale del cruscotto deve semplificare la visualizzazione dei dati e la comunicazione a due vie, che risulteranno così semplici, facili e veloci, con l’obiettivo finale di indirizzare le proprie energie sul core business aziendale

white paper_Produzione di massa e personalizzazione