La soluzione MES di Infor4.0, i plus per la smart manufacturing

13 Maggio 2021

Una soluzione MES rappresenta l’indispensabile elemento di collegamento tra il mondo della fabbrica e dei sistemi che ne gestiscono la produzione (OT) con il mondo IT, che governa i processi di business e i relativi dati attraverso sistemi ERP. Il MES ha il compito di raccogliere i dati provenienti dalla fabbrica e inviare parte delle informazioni all’ERP mentre, secondo una logica a due vie, le informazioni e i dati di business presenti nel sistema gestionale possono essere comunicati alla fabbrica. 

I benefici di una soluzione MES 

La possibilità di disporre dei dati reali di fabbrica che provengono dalle differenti macchine, abilita il controllo in tempo reale dello stato davanzamento dei vari lotti produttivi e il monitoraggio della produzione. Il calcolo puntuale dell’OEE di produzione utile per valutare la marginalità, consente la riduzione dei fermi macchina, aumentando le performance aziendali, oltre a consentire una costificazione puntuale e precisa. 
 

Il ruolo delle soluzioni MES nella raccolta dei dati di fabbrica non è una novità. In passato le soluzioni MES si collocavano tra il sistema ERP e i sistemi di campo (come ad esempio sistemi SCADA e i PLC), generando un flusso di dati verticale e rigido fra i diversi sistemi e le applicazioni. La situazione è cambiata con l’avvento dei sistemi Industrial IoT e lo smart manufacturing, che vede le applicazioni e i dispositivi dialogare tra loro con la mediazione della soluzione MES, grazie alla connessione automatica di due mondi in passato separati, attraverso l’acquisizione dei dati dalle macchine predisposte per Industria 4.0. 

Quali sono i plus della soluzione MES di Infor 4.0 

A differenza di molti altri sistemi sul mercato disponibili da tempo e quindi sviluppati inizialmente per un modello di fabbrica tradizionale, la soluzione MES, parte integrante della suite Infor4.0, è stata progettata e creata fin dall’inizio secondo la logica 4.0. Ha di conseguenza la capacità di gestire al tempo stesso i dati uomo e i dati macchina, essendo in modo nativo perfettamente integrata per dialogare in logica plug and play con le macchine.  

Altrettanto innovativa è la UX, pensata considerando le esigenze e le skill dell’operatore, mutuata dalle interfacce delle app che si trovano di regola sugli smartphone. Infatti, l’operatore di macchina ha come principale obiettivo quello di svolgere al meglio il suo lavoro che consiste, ad esempio, nell’eseguire una tornitura o nel realizzare un determinato pezzo programmato, mentre non è avvezzo a inserire dati come accade per chi opera nel backoffice. Ecco perché la soluzione MES, integrata nella suite Infor 4.0, si basa su un’interfaccia familiare per l’operatore a bordo macchina, in quanto del tutto simile al sistema di comunicazione utilizzato quotidianamente sul suo smartphone, sul suo tablet o la sua smart TV.  

La formazione necessaria è minima, grazie a una UX molto vicina a quella a cui l’operatore è abituato e per la quale quindi non vengono richieste competenze informatiche complesse. Lo startup del MES risulta di conseguenza semplice, facile e veloce.  

Infine, fondamentale risulta l’attenzione agli standard di sicurezza. La soluzione MES di Infor 4.0 permette una gestione degli accessi strutturata in modo gerarchico, con account dotati di accessi specifici e totalmente personalizzabili. Le principali logiche di codice sicuro sono utilizzate per garantire sonni tranquilli. 

Infor 4.0: il MES come un partner per la smart factory 

Considerata la sua importanza, l’implementazione della soluzione MES va preceduta dalla comprensione degli obiettivi di business e dall’analisi dei processi aziendali e produttivi, così da decidere quali funzionalità del MES vadano implementate e quali personalizzazioni siano necessarie. Per farlo, servono le competenze e l’esperienza di un partner come Infor che somma una completa padronanza del software MES le giuste competenze consulenziali, con una specializzazione nei diversi settori industriali.  

L’obiettivo finale rimane sempre quello di aiutare l’azienda a interpretare i suoi reali bisogni e pianificare la roadmap per soddisfarli, accelerando il percorso di trasformazione verso la smart manufacturing